Come cambia l'accesso al libero Wi-Fi e la Privacy- GDPR Regolamento (UE) 2016-679

16 ottobre 2017

Come noto, il Regolamento UE 679/2016 (General Data Protection Regulation G.D.P.R.) – entrato in vigore il 25 maggio 2016, , «Codice in materia di protezione dei dati personali (attuale normativa italiana sulla Privacy) , di fatto abroga la precedente Direttiva europea 95/46/CE, attuata in Italia dapprima con la L. 675/96 e successivamente con il D.Lgs. 196/2003, si applicherà in tutti gli Stati Membri dell’Unione a far data dal 25 maggio 2018, ha introdotto numerose novità legate al panorama della protezione e del trattamento dei dati personali.

L’obiettivo è quello di armonizzare le leggi sulla riservatezza delle informazioni e sulla privacy di tutti i Paesi Europei e tenere al sicuro i dati sensibili degli utenti processati dalle aziende. Il GDPR, andando a sostituire le normative dei singoli Paesi Europei, diverse le une dalle altre, costituisce un importante passo in avanti in tema di standardizzazione delle politiche europee e di protezione dei dati a livello continentale.
Ciò che cambia è l’estensione della giurisdizione a tutte le società che trattano dati personali di soggetti risidenti nell’Unione Europea, indipendentemente dalla localizzazione geografica dell’azienda o del luogo in cui i dati vengono gestiti ed elaborati. Anche le imprese non europee che elaborano dati di cittadini europei dovranno comunque nominare un rappresentante interno all’UE.

Nonostante ci sia ancora qualche mese di tempo, è fondamentale che le aziende europee identifichino fin da subito le modalità in cui adeguarsi alla nuova normativa, evitando così di arrivare impreparate ad affrontare quello che viene considerato come il cambiamento più significativo degli ultimi 20 anni nella storia della protezione dei dati. La nuova normativa è, infatti, una revisione di un intervento del lontano 1995 e sebbene ci siano ancora alcuni mesi di tempo, Gartner stima che oltre il 50% delle aziende coinvolte non sarà pienamente conforme ai requisiti entro Maggio 2018, read more ...  (fonte D.M.O.) 
GDPR, ecco come adeguarsi .... (fonte COR.COM)
GDPR, tutto quello che vorreste sapere ma.... (fonte digital4.biz)
GDPR, ecco le sfide per le Pmi .... (fonte Corriere Comunicazioni)

Alcune parole chiave....
- "Privacy by Design" : pianificare le misure di protezione dei dati
- "Breach Notification" : notifiche di violazione dei dati
- "Data Protection Officer-DPO | RPD : Il Data Protection Officier (in Italiano RPD Responsabile della Protezione dei Dati) è il soggetto introdotto dal regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679 | GDPR, che sarà obbligatorio in alcuni settori e per alcuni trattamenti a partire dal 25 Maggio 2018.

Il DPO | RPD è un professionista (sia esso soggetto interno o esterno) che deve avere un ruolo aziendale con competenze giuridiche, informatiche, di risk management e di analisi dei processi.
La sua responsabilità principale è quella di osservare, valutare e organizzare la gestione del trattamento di dati personali (e perciò la loro protezione) all'interno di un'azienda affinchè questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy europee e nazionali.

Il Data Protecion Officier è il punto di contatto dell'azienda nei confronti dell'Autorità Garante Privacy e dell'interessato al trattamento, il quale dovrà svolgere le attività di coordinamento tra la normativa in materia di privacy-data protection nei seguenti ambiti normativi :
- Gestione documentale
- Conservazione digitale
- Anticorruzione/Trasparenza
- Continuità operativa e Disatser Recovery
- Sicurezza Informatica

.... per quanto concerne la connessione wi-fi fornita al pubblico, bisogna ricordarsi che vi è una responsabilità civile per l'intestatario della rete con cui sono state commesse attività illecite, a meno che non si riesca a dimostrare il contrario fornendo alle autorità competenti le informazioni richieste (cioè i log delle connessioni effettuate nel perido, che dovranno essere gestiti secondo le indicazioni del nuovo GDPR).

 

 

Top Tutte le news


Area download

Supporto tecnico

Alcuni clienti

NOTE LEGALI

L'accesso a questo sito web da parte dei visitatori è soggetto alleseguenti condizioni:

DATI SOCIETARI

Sets srl

via Newton, 12
20016 - Pero (Milano)

tel. +39.02.3534830
fax +39.02.33912334

e-mail: info@sets.it

Cap.Soc.: €50.000 i.v.
P.IVA/C.F. 10727630153
C.C.I.A.A. MI - R.E.A. MI-1403316